Come fare il cambio dell’armadio: 10 consigli per non impazzire

cabina armadio

Non appena le temperature cominciano a salire e il sole di nuovo torna a splendere, colgo subito l’occasione per levarmi di torno tutti i miei vestiti invernali: cappotti di lana,  stivali alti,  scarpe in camoscio, sciarpe, guanti cappelli e tutto ciò che abbia dentro quel 1% di lana che basta. Improvvisamente è primavera, le ante del mio fantastico armadio a muro si spalancano e che abbia inizio il fatidico cambio dell’ armadio.

Alt! Rileggete la frase che ho appena scritto qua sopra. Sembra facile, vero? Vi è venuta un’improvvisa voglia di cominciare subito con il cambio dell’ armadio? In realtà, da quando vivo da sola (ormai 4 anni), con il tempo ho imparato a non dare niente per scontato. E anche la cosa più semplice che ci sia, ovvero l’organizzazione del guardaroba, se fatto senza seguire un metodo ben preciso, può diventare uno di quei lavori di casa che fanno davvero impazzire. Eccomi qui a mettere a disposizione tutti i miei errori passati, con 9 praticissimi consigli su come avere un armadio ordinato, fresco, spazioso e…che sa di primavera! IT’S SPRING TIME!

cabina armadio ante

Non è come nei film

Innanzitutto parliamoci chiaro, avete in mente quelle scene stile Sex and The City dove 4 amiche si danno appuntamento per fare il cambio dell’ armadio, tutte belle felici trallallero trallala? Ecco. Dimenticatevele! Scordatevele! Rimuovetele! Se non volete ritrovarvi la casa sottosopra vi consiglio di seguire bene i consigli che vi sto per dare. In un attimo, un semplice armadio, può diventare una sorta di incubo che vi farà impazzire per il resto della giornata. Non penserete che organizzare il guardaroba per la primavera equivalga solo alla parola “shopping”, vero? Su, su, rimboccatevi le maniche, fate ordine nella vostra stanza (non penso sia una buona idea iniziare con la casa già in disordine), aprite le ante del vostro armadio e… che la challenge abbia inizio.

Sistema (in maniera ordinata) i tuoi vestiti invernali

A seconda che sia estate o inverno, proteggete SEMPRE i vostri capi che volete mettere via utilizzando alcuni sacchetti di plastica porta vestiti per metterli al riparo dalla polvere. Per esperienza personale non vi consiglio il sottovuoto, i vestiti tendono con il tempo a rovinarsi e poi chiedetevi se avrete davvero voglia l’inverno prossimo di stirarvi tutta quella roba schiacciatuccia!

cassetti armadio

Fai piazza pulita

Eliminare dall’armadio i vestiti che non indosso più  è uno di quei lavori che ho imparato a fare con il tempo, ma di cui oggi vado più fiera. Vi sembrerà una sciocchezza, ma in realtà per me tutto ciò che avevo nel mio armadio (e dico TUTTO), era davvero indispensabile. Quando in realtà mi resi conto che utilizzavo sempre gli stessi maglioni, gli stessi cappotti, le stesse t-shirt forse ho capito che era inutile tenere certi capi nascosti nel guardaroba come se fossero delle reliquie! Armatevi di coraggio, comprate un bel rotolo di sacchettoni e cominciate a selezionare ciò che usate da quello che non indossate. Una volta riempito, annodate e portatelo al primo cassettone dell’Humanitas vicino casa vostra. Oltre che liberarvi l’ armadio, fare del bene per gli altri vi riempirà il cuore.

Chiediti: ho tutto l’occorrente?

Ordine nell’ armadio = ordine mentale. Ma per l’organizzazione nel svolgere questo tipo di lavoro occorrono tutti gli “attrezzi” del mestiere. Assicuratevi di averli con voi prima di iniziare il grande refresh. Altrimenti…altro che impazzire! Ecco una lista di quello che dovreste avere a portata di mano:

Scatole di plastica: Comode per dividere gli indumenti, vi consiglio su ognuna di scrivere il contenuto per non doverle ogni volta svuotare alla ricerca di un pullover.

Scatole di carta: Meno pratiche che quelle di plastica, ma possono essere usate per quegli indumenti e accessori usati di meno (io le mie le ho comprate qui H&M). Anche qui vale la regola: scrivi fuori il contenuto con una bella etichetta.

Appenditutto: praticissimi per tutti i tuoi accessori. L’incubo di trovare collane, sciarpe, borse ovunque sta per finire! Di ogni genere e tipo da Ikea.

Carta profumata di Wally 1925: La carta profumata per cassetti e armadi conferisce alla biancheria una fresca sensazione di igiene e benessere. Io ho scelto quella di Wally, impreziosisce e valorizza il fondo dei miei cassetti.

Sacchetti profumati per cassetti L’Erbolario: Eredi di una tradizione secolare, oggi come allora i sacchetti per cassetti profumati sono intramontabili! Adoro aprire il mio armadio e sentire una ventata di freschezza.

armadio aperto

Ordina i tuoi capi d’abbigliamento per colore

In realtà questa è una mia  personalissima fissazione, da vera maniaca dell’ordine. Potete quindi tranquillamente e serenamente passare al consiglio successivo. Se invece siete anche voi un tantino ossessionate, vi consiglio di dividere gli abiti per colore dal più chiaro al più scuro. Per farlo in modo corretto prendete una palette di colori (la trovate tranquillamente su google), così sarete sicure che il vostro armadio sarà PERFETTO. Inoltre, vi renderete conto di quanto sarà più semplice scegliere i vestiti la mattina prima di andare a lavoro.

cabina armadioUtilizza grucce uguali

Personalmente, a dispetto di chi usa grucce tutte diverse tra loro o multicolor, preferisco scegliere un unico colore (nero o in legno chiaro) da utilizzare per tutto l’ armadio. L’aspetto risulterà più ordinato, avete mai visto un negozio con appendini tutti diversi tra loro? Inoltre, ricordatevi di utilizzare le grucce delle dimensioni giuste del capo in questione, questo per evitare di deformarlo o ancor peggio rovinarlo.

Scarpe, no panic!

Noi donne si sa, siamo piene di scarpe. Solo quando ci tocca riorganizzare l’armadio che ci accorgiamo realmente di quanto ci siamo fatte prendere la mano l’ultima volta che abbiamo fatto shopping con la nostra migliore amica. Pazienza, ormai il danno è stato fatto, e bisogna ricorrere ai rimedi prima che le scarpe si impadroniscono delle nostre stanze. Un ottima soluzione è quella di comprare una scarpiera con ante a quattro scomparti. Per esperienza personale eviterei quelle verticali, le scarpe si schiacciano sempre tutte. Ottime soluzioni le potete trovare sempre da ikea!

Catalogate l’armadio come una perfetta libreria

Catalogate tutti gli indumenti per tipologia: gonne con gonne, camicie con camicie, giacche con giacche, pantaloni con pantaloni. E poi ancora, maniche corte con maniche corte e maniche lunghe con maniche lunghe. Se lo spazio è quello che è, allora dividete per macro-categorie: ciò che sta sopra separato da ciò che sta sotto… e il gioco è fatto! Un’ altra souzione potrebbe essere quella di accorparli per funzione : lavoro, tempo libero, sport, occasioni speciali.

E se lo spazio è poco?

Se anche voi, come me, non avete più spazio per un ulteriore armadio, non vi resta che comprarvi un bello stand appendiabiti. Non sapete di cosa si tratta? E’ una struttura, molto simile a quelle che troviamo nei negozi, che ci permette di creare dello spazio  per appendere abiti, giacche o maglioni. Oltre ad essere pratiche sono anche belle da vedere! Ecco la mia: l’ho scelta da ziitodesign, un ottimo sito professionale dove poterne acquistare una inmodo facile e veloce. Se siete indecise su quale acquistare, io vi consiglio di prenderla con i ripiani in legno da poter creare spazio anche per un altro paio di scarpe.

ziito stand

Fai una checklist di quello che hai (davvero) bisogno di comprare

Carta e penna alla mano. Chiedetevi: cosa ho davvero bisogno? Man mano che sistemerai il tuo armadio ti renderai conto di quello che hai e di quello che necessiti. Segnati tutto quanto, la prossima volta che andrai a fare shopping non rischierai di comprare quel paio di jeans identico comprato l’anno precedente.  Stilate una shopping list e andate a caccia dei trend di stagione. E se ancora non sapete quali saranno i capi più cool di questa primavera vi invito a scoprirli tutti qui!

Follow:
Condividi l'articolo sui Social

12 Comments

  1. marzo 17, 2017 / 6:43 am

    E ordine sia!!!#buonaprimavera #amica #ordinepercolore! E grazie per i sggerimenti/link!

    • elisabettapascale
      marzo 17, 2017 / 6:57 am

      Elisabetta!! (Che bello chiamare per nome qualcuno con il tuo stesso nome 😍) Buon ordine a te 😜😜 Adesso non si hanno più scuse per rimandare il grande momento ahahaha

      • marzo 17, 2017 / 11:20 am

        …e ti accorgi quante cose puoi regalare perchè non le usi…ciao Elisabetta (hai ragione è strano …anche a te Betty Bettina Eli Lisa Lise …:) 😉 )

  2. marzo 17, 2017 / 8:01 am

    I tuoi son tutti ottimi consigli… magari poterli mettere in pratica… ma per lo meno dove vivo io, con questo tempo pazzo, mi è quasi impossibile far il cambio di stagione. Appena metti via qualcosa ecco che c’è il brusco calo delle temperature e se il giorno prima eri in canotta e prendevi il sole oggi ti servono gli stivali e il maglione pesante. Un vero stressssss 😉

  3. marzo 17, 2017 / 9:26 am

    Io ho iniziato ieri con i sacchi per buttare via le cose vecchie, così ho iniziato a fare spazio. E domani inizia il cambio vero e proprio! Grazie per i consigli 😊

    • elisabettapascale
      marzo 17, 2017 / 10:08 pm

      BUON DIVERTIMENTO!! Vedrai che sarà più facile del previsto!!! Fammi sapere come va! Abbracciii

    • elisabettapascale
      marzo 17, 2017 / 10:07 pm

      Da vera maniaca dell’ordine ti è piaciuto l’articolo?? Grazie per leggermi sempre! Ho un po’ meno tempo per mandarti le nostre note infinite ma ti penso spesso!! Un abbraccio

  4. marzo 19, 2017 / 4:23 pm

    Grazie, sempre utile una traccia anche per chi ha sulla schiena decine e decine di cambi

    • elisabettapascale
      marzo 21, 2017 / 1:46 pm

      😘😘😘😘

  5. ritacandida
    marzo 26, 2017 / 11:34 pm

    Molto interessante il tuo articolo, io però ho la mania di buttare sempre le cose che non metto., la domanda che mi faccio è:” se questo capo non l’ho messo l’anno scorso, perchè dovrei metterlo quest’anno?” Poi però puntualmente mi ritrovo a chiedermi che fine ha fatto quel capo. Un abbraccio kisskiss
    http://ritacandida.com/

    • elisabettapascale
      marzo 27, 2017 / 8:12 am

      Ci vuole una terapia d’urto, un bel post-it giallo all’interno dell’armadio che recita: non buttarlo, me ne pentirò tra un anno 😁😁😉😉😉 abbraccio

Rispondi